I quattro grandi e il rilancio difficile

di Adriana Cerretelli, dal Sole 24Ore del 7 marzo 2017

A Versailles si sono incontrati Merkel, Hollande, Gentiloni e Rajoy per lanciare l’Europa a più velocità. Visto che non è possibile procedere tutti insieme, avremmo l’Europa del mercato unico, quella dell’euro e quella della difesa, tanto per cominciare. Ma si oppongono i Paesi dell’est organizzati nel patto di Visegrad, mentre il Regno Unito non ha alcuna intenzione di pagare dazio per la Brexit. E’ un disegno di quattro leader deboli, forse superiore alle forze di cambiamento dell’Europa.

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2017-03-06/i-quattro-grandi-e-rilancio-difficile–224926.shtml?uuid=AEd5t1i


Ripetete con me: il surplus commerciale tedesco non è il problema

 di Giovanni Caccavello, da Econopoly del 7 marzo 2017

Si stanno affermando idee neo mercantiliste per colpevolizzare la Germania, che con il suo surplus commerciale metterebbe in difficoltà l’economia europea e mondiale. Ma il surplus tedesco è percentualmente modesto ed i veri problemi si devono cercare tra i nostri errori.

 http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2017/03/07/surplus-commerciale-tedesco-non-e-il-problema/


L’Ungheria dà il via libera alla detenzione sistematica dei migranti

 La Stampa del 7 marzo 2017

Una recente sentenza della Corte europea ha chiarito che il diritto comunitario stabilisce solo procedure e requisiti per visti di transito nei territori degli Stati membri. Il Parlamento ungherese ha subito approfittato di questo varco giuridico per reintrodurre la detenzione sistematica dei migranti.

http://www.lastampa.it/2017/03/07/esteri/corte-ue-stati-non-obbligati-a-dare-visti-umanitari-lungheria-d-il-via-libera-detenzione-sistematica-per-i-migranti-jUpqcIY3Nfo9pfnPOiq2lM/pagina.html