I rischi sono seri, lei li sottovaluta

 di Tony Blair, dal Corriere della Sera del 19 aprile 2017

Dopo molti ripensamenti, Theresa May si è convinta che per rimuovere gli ostacoli alla Brexit servano nuove elezioni. Intende così legittimare se stessa ed avere una larga maggioranza in Parlamento, riducendo la presenza dei laburisti che i sondaggi danno in calo di consensi. Ma in Parlamento servono rappresentanti che facciano l’interesse del Paese e siano in grado di valutare tutti i termini di un rischiosissimo distacco dall’Unione.

http://www.corriere.it/esteri/17_aprile_18/may-brexit-tony-blair-vi-spiego-perche-sottovaluta-rischi-7603731e-247e-11e7-9ccc-1412672da04e.shtml


 L’euro? E’ una questione tutta politica

di Franco De Benedetti, dal Sole24Ore del 19 aprile 2017

Alcuni economisti sono convinti che scelte sull’euro possano essere guidate dai loro modelli e talvolta dai loro teoremi. Ma la questione è interamente politica ed è a questo livello che deve essere ricondotta ogni valutazione.

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2017-04-18/l-euro-e-questione-tutta-politica-195230.shtml?uuid=AEZjcD7


L’economia di Macron tra cambiamento e continuità

 di Andrea Goldstein, da la voce.info del 19 aprile 2017

Emmanuel Macron è tra i candidati favoriti alla presidenza francese. Le sue proposte liberali sono alternative al protezionismo di Marine Le Pen, senza avere i toni thatcheriani di Francois Fillon

http://www.lavoce.info/archives/46298/leconomia-macron-cambiamento-continuita/