L’Europa non è finita

 di Danilo Taino, dal Corriere della Sera del 17 marzo 2017 (sintesi della discussione fra Jurgen Habermas e Emmanuel Macron alla Hertle School of management di Berlino)

Secondo Habermas il problema europeo è l’austerità tedesca, che è stata sorda a tutti gli appelli alla solidarietà e ha precise responsabilità nella asimmetria fra Nord e Sud. Per contro, Macron ha parlato genericamente di riforme e si è ben guardato dall’attaccare la Germania, pensando ad un prossimo rilancio dell’asse franco tedesco.

 http://www.corriere.it/esteri/17_marzo_16/habermas-macron-europa-non-finita-54e969e0-0a84-11e7-b712-325362193aaf.shtml


L’illusione dell’Europa a velocità diverse

 di Ernesto Galli della Loggia, dal Corriere della Sera del 18 marzo 2017

L’idea dell’Europa a velocità diverse mette in crisi il progetto di integrazione per tre motivi. E’ un fattore di divisione tra i Paesi  più avanzati e gli altri. Manca di una architettura istituzionale che la sostenga. Rafforza il dominio della Germania e mette in ulteriore difficoltà l’Italia

http://www.corriere.it/opinioni/17_marzo_18/illusione-dell-europa-velocita-diverse-6414cc04-0b4f-11e7-82ab-c3e0ac11ad0a.shtml


Usa, incontro Trump-Merkel: lo spettacolo del Cafone in Chief

di Vittorio Zucconi, da La Repubblica del 17 marzo 2017

Donald Trump si è rifiutato di stringere la mano ad Angela Merkel alla Casa Bianca, dove suoi predecessori l’avevano tesa a segretari del Pcus, ad Arafat e Rabin. Un rifiuto villano al confine tra ignoranza, furbizia e bullismo, che mette in discussione una alleanza sulla quale si sono rette per decenni le fortune degli europei e degli stessi americani.

http://www.repubblica.it/esteri/2017/03/17/news/usa_merkel_trump_commento-160808950/