Le carte dell’Italia? Riaprire la partita del Mediterraneo

di Giuseppe Sarcina, dal Corriere della Sera del 21 aprile 2017 (Intervista a Charles Kupchan, del Council on Foreign Relations)

Donald Trump e i suoi consiglieri sono concentrati su Siria, Corea del Nord, Iran. La visita a Washington di Paolo Gentiloni lo costringe ad occuparsi del Mediterraneo a lui pressocchè estraneo, anche se ben conosciuto dal Segretario di Stato Rex Tillerson e dal Segretario alla Difesa James Mattis. Se ne riparlerà al G7 di Taormina del 26 e 27 maggio, che ha in agenda questo argomento e offre all’Italia l’occasione di far sentire la sua voce.

http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=58f9f3fedafc5


 Lezione agli eurotiepidi: con Macron l’europeismo diventa vincente

di Flavia Perina, da Linkiesta del 24 aprile 2017

Il successo di Emmanuel Macron conferma la tendenza già emersa dalle elezioni austriache e olandesi e rende evidente che vi sono spazi elettorali nuovi nel segno dell’Europa, che molti non vogliono vedere. Una lezione per chi cerca consensi attaccando Bruxelles, anche a casa nostra

http://www.linkiesta.it/it/article/2017/04/24/lezione-agli-eurotiepidi-con-macron-leuropeismo-diventa-vincente/33958/


La disfatta dei partiti

di Massimo Nava, dal Corriere della Sera del 24 aprile 2017

La affermazione di Emmanuel Macron al primo turno non autorizza entusiasmi. Il fatto stesso che il ballottaggio veda in gara il Front National e che si annuncino già anomale ammucchiate per batterlo dà l’idea della dimensione della crisi del sistema politico francese. Le fratture sociali faranno sentire il loro peso e la fiducia nell’Europa resta minoritaria.

http://www.corriere.it/esteri/presidenziali-francia/notizie/elezioni-francia-fronte-comune-con-resa-conti-partiti-sconfitti-l-ipotesi-coalizione-08ade752-2868-11e7-b6aa-7d1d46c4746d.shtm